Storia della celebrazione dell’Addolorata

Storia della celebrazione dell’Addolorata

I Servi di Maria.

La devozione alle Sette Dolori della Vergine fu dapprima diffusa dai Servi di Maria.

 

La Chiesa di Colonia nel secolo XV.

L'arcivescovo di Colonia in Cecoslovacca, propaga la messa del dolore di Maria nel 1423 :

«Per la gloria della santa ed immacolata Vergine Madre di Dio, la quale continuamente offre per la salvezza dei peccatori le sue preghiere e le sue suppliche al suo Figlio crocifisso... e in onore dell'angoscia e del dolore che ella soffrì quando Gesù, le mani distese in croce e immolato per la nostra salvezza, affidò la benedetta Madre sua al discepolo prediletto... e soprattutto in riparazione dell'empietà degli eretici Ussiti, che con ardimento sacrilego hanno dato al fuoco e continuano a darlo le immagini di Gesù crocifisso e della gloriosa Vergine, ordiniamo e stabiliamo che la commemorazione dell'angoscia e del dolore della beata Vergine Maria d'ora innanzi venga celebrata ogni anno il venerdì dopo la domenica Jubilate... e verrà celebrata in coro soltanto, in tutte le chiese della nostra provincia coi primi vespri, mattutino ed ore e coi secondi vespri secondo le note, la storia e l'omelia composte per questa medesima festa. E ciò nella speranza che Gesù Cristo nostro Signore tolga il velo dagli occhi degli indicati eretici, per ricondurli alla santa fede cattolica, preservando al tempo stesso per la sua piissima misericordia i veri fedeli da ogni errore e da ogni male.» (1)

 

I papi, la Chiesa universale.

Nel 1482 il papa Sisto IV fece preparare una messa da introdurre nel Messale, intitolata a «Nostra Signora della Pietà».

I Servi di Maria, nel 1668 ottennero di celebrare i Sette Dolori della Vergine nella domenica seguente l'esaltazione della santa Croce (la terza domenica di settembre).

In seguito, nel 1814, Pio VII iscrisse anche questa celebrazione nel calendario della Chiesa universale.

Quindi, nel 1913, per volere di san Pio X venne stabilita - in rispetto della domenica - la data del 15 settembre (il rito ambrosiano celebrava già in questo giorno i Sette Dolori, come ottava della Natività di Maria).

Con il calendario rinnovato nel 1969, si è stabilito che il 15 settembre sia celebrato come memoria, col titolo di Beata Vergine Maria Addolorata." (2)

 


(1) Cf. MANSI, Amplissima conciliorum collectio, XXVIII,1057ss ; traduzione C.MAGGIONI, Benedetto il frutto del tuo grembo, Portalupi 2000, p. 119

(2) Estratti da C.MAGGIONI, Benedetto il frutto del tuo grembo, Portalupi 2000, p. 168-169


F. Breynaert, en remerciant le père I.CALABUIG (Marianum, Rome)