La consacrazione (votiva) delle nazioni

Possiamio consacrare il nostro paese ? Tutta la gente del paese non è credente, non tutti pregano... Non possiamo agire nel nome loro.

Esiste la consacrazione personale o in grupo, ma poiché la consacrazione richiede la libertà, di per sé, per la consacrazione di una nazione, bisogna parlare di consacrazione votiva : non si tratta di consacrazione formale (per laquale ci vuole il consento), si tratta piuttosto di un'intercessione per il paese[1].

E' buonissimo consacrare il paese : ogni peccato è personale però ha anche conseguenze sociali, nello stesso modo, la consacrazione è personale, però ha delle conseguenze sociali. La consacrazione a Gesù attraverso le mani di Maria opera miracoli non solo nella vita dei cristiani, anche nella vita delle nazioni.

Giovanni Paolo II ha aperto la via :

"Ogni peccato è personale da un certo punto di vista, ma da un altro punto di vista, è sociale in se stesso e perché ha anche conseguenze sociali... [...] E' tra le mani di questa madre, al suo Cuore Immacolato - al quale abbiamo affidato più volte l'umanità intera turbata dal peccato e lacerata da tante tensioni e conflitti - che rimetto specialmente quest'intenzione: che per il sua intercessione, l' umanità scopra e percorra il cammino della penitenza, l'unico cammino capace di condurla ad una riconciliazione totale! "[2]


[1] Cf. R.LAURENTIN, Retour à Dieu avec Marie, OEIL, Paris 1991, p. 79-88

[2] Giovanni Paolo II, Esortazione apostolica Reconciliatio et poenitentia § 15-16 e 35