Maria nel cinema

Anche la settima arte si è interessata a Maria, malgrado molto rimanga ancora da fare a questo proposito, soprattutto in base agli sviluppi recenti delle tecniche multimediali.

Sono stati realizzati alcuni lungometraggi specificatamente concernenti Maria, tra i quali il film francese di Jean Delannoy, "Marie de Nazareth", con la partecipazione di Francis Lalanne. I primi film nei quali è stato evocato il mistero mariano sono stati, però, quelli che hanno portato sugli schermi la vita di Gesù, come il famoso "La Passione secondo Matteo" di Pier Pasolo Pasolini, che ricevette il premio speciale della giuria al Festival di Venezia, nel 1964 o, più recentemente, il film americano, “Gesù”, di John Heyman, premiato al festival di Cannes. Scritto attingendo dal Vangelo secondo san Luca, è il più ricco in riferimenti alla Vergine Maria ed è stato tradotto in più di 425 idiomi e visto da più di un miliardo di spettatori nel mondo... 

Bisogna citare, inoltre, il film dell’americano Mel Gibson, intitolato "La Passione", uscito nel 2004, nel quale è illustrato, in maniera memorabile, il cammino di Gesù verso il Calvario accompagnato da sua Madre, la Vergine Maria. Anche questo film, sin dalla sua uscita, ebbe un immenso successo popolare.