Il concilio di Calcedonia (451)

Il concilio di Calcedonia (451)

Gesù è verità di Dio e verità dell'uomo ! Questo è il messaggio del Concilio di Calcedonia (451)

 

Il concilio di Calcedonia precisa l'unione ipostatica, vale a dire l'unione della natura umana e della natura divina in una sola persona, Cristo.

 

«Seguendo i santi Padri, tutti unanimemente insegniamo che sia confessato [...] un solo e medesimo Cristo Figlio, Signore, Unigenito,

riconosciuto in due nature

senza mescolanza

né trasformazione,

senza divisione

né separazione,

senza che per l'unione la differenza delle nature sia tolta, salva anzi la proprietà di ciascuna natura, e concorrendo [ciascuna] in un'unica persona e in una sola ipostasi» (1).

 

Maria, la vergine, la madre di Dio garantisce l'identità di Gesù :

 

«Seguendo i santi Padri, tutti unanimemente insegniamo

che sia confessato un solo e medesimo Figlio,

il Signore nostro Gesù Cristo [...].

Lo stesso generato dal Padre prima dei secoli

secondo la divinità,

[generato] negli ultimi giorni per noi

e per la nostra salvezza

da Maria la Vergine la Genitrice di Dio,

secondo l'umanità» (2).

 


[1] DS, 301-302

[2] DS, 301.

A. Gila